Come si svolge una partita di hockey? Ecco le regole e le differenze tra le tipologie

tifosi e giocatori di hockey

Vorresti iniziare a praticare hockey o semplicemente guardare una partita ma non hai la minima idea di come funzioni? Sei nel posto giusto! Continuando a leggere questo articolo scoprirai quali sono le regole dell’hockey e quali differenze ci sono tra le varie discipline di questo affascinante sport.

Le basi dell’hockey

Innanzitutto, non sarà molto difficile capire le regole principali dell’hockey se almeno una volta hai giocato o guardato una partita di calcio. Parlando in generale, infatti, una partita di hockey ha le seguenti caratteristiche:

  • ci sono due squadre, composte da attaccanti, difensori e un portiere
  • ogni squadra ha una porta
  • per ottenere un punto si deve mandare un disco o una palla all’interno della porta della squadra avversaria usando un bastone ricurvo

Nonostante approssimativamente possiamo così riassumere le regole di questo gioco, nella pratica esistono una molteplicità di varianti dell’hockey che si distinguono a seconda dell’ambiente in cui si svolgono le partite, della presenza o meno di pattini e delle regole di gioco. Le principali tipologie sono: hockey su ghiaccio, hockey su prato, hockey su pista, hockey in linea, hockey in carrozzina, hockey su slittino, bandy, unihockey, street hockey, hockey subacqueo, indoor hockey, broomhockey.

In questo articolo andremo ad analizzare solo il regolamento e le caratteristiche distintive delle due principali e più antiche discipline: hockey su ghiaccio e hockey su prato.
Ora che hai una visione generale di questa disciplina possiamo entrare nel vivo delle singole discipline e fornirti informazioni per aiutarti a comprendere veramente come funziona il gioco, anche se non nei dettagli.

Hockey su ghiaccio

L’hockey su ghiaccio è uno sport di contatto che si svolge su una pista di ghiaccio molto diffuso soprattutto nei paesi in cui si raggiungono facilmente temperature abbastanza basse da permettere la formazione di uno strato superficiale di ghiaccio(anche se ovviamente oggi è possibile praticarlo anche su piste di ghiaccio artificiali), come gli USA, il Canada e la Russia.

Questo sport fa parte dei giochi olimpici invernali ed è regolato in modo leggermente diverso dall’IIHF(International Ice Hockey Federation) e dalla NHL(National Hockey League), anche se le regole principali sono universali.

  • La pista è divisa in 3 zone principali: quella centrale è la zona neutrale, quella dal lato della porta avversaria è quella di attacco e quella dal lato della porta della squadra in questione è la zona di difesa. Inoltre, sono presenti una linea di metà campo, due linee di porta e 5 cerchi di ingaggio.
  • I giocatori in campo sono(salvo penalità) 6 per ogni squadra: 3 attaccanti, 2 difensori e un portiere. Gli attaccanti e i difensori sono anche detti giocatori di movimento. Quando si parla di linee, inoltre, si intende indicare uno specifico gruppo di attaccanti o difensori che giocano sempre insieme. Può essere sostituita anche un’intera linea, e in tal caso si parlerà di cambio di linea. Se un cambio di giocatori interviene durante la partita si chiama cambio “volante”.
  • La durata di una partita di hockey su ghiaccio è, in linea teorica, di 60 minuti, suddivisi in 3 tempi da 20 minuti. Nella pratica, però, le partite durano sempre di più sia perché la pausa tra ognuno dei tempi è di 15 minuti, sia perché può essere giocato un tempo supplementare (o i rigori) in caso di pareggio. Il tempo viene cronometrato solo mentre si sta svolgendo effettivamente il gioco, e viene messo in pausa il cronometro durante le interruzioni.
  • Proprio come nel calcio, i difensori devono cercare di evitare che il disco si avvicini alla porta della squadra, il portiere deve parare il disco e gli attaccanti devono cercare di fare gol e cioè di mandare il disco all’interno della porta avversaria.
  • I giocatori non possono tenere il disco in mano, non possono passarlo con le mani ai loro compagni di squadra(tranne nel caso in cui si trovino nella zona di difesa) e nemmeno fare gol usando le mani ma possono bloccare il disco con queste ultime. Non possono, inoltre, usare i pattini per mandare intenzionalmente la palla nella rete della squadra avversaria.
  • L’ingaggio consiste nel momento in cui, all’inizio di ogni tempo o dopo un’interruzione, il guardalinee fa cadere il disco e due giocatori avversari cercano di prenderne il controllo per primi.
  • Si parla di fuorigioco se un giocatore supera la linea offensiva prima del disco.
  • La liberazione vietata, invece è un’altra infrazione che consiste nel tirare il disco dalla zona di difesa facendolo arrivare oltre la linea di porta avversaria.
  • In caso di pareggio, si va ai tempi supplementari, che funzionano col meccanismo della sudden death: la prima squadra che fa gol vince.
  • In caso di infrazioni l’arbitro fischia l’interruzione del gioco e c’è l’ingaggio. Inoltre, sono previste penalità della durata di 2, 5, 10 o più minuti a seconda della gravità.

Per prendere parte al gioco c’è bisogno di bastoni adatti al gioco sul ghiaccio.

Hockey su prato

L’hockey su prato è uno sport di squadra simile per molti aspetti all’hockey su ghiaccio, ma con rilevanti differenze rispetto a quest’ultimo. Questa disciplina fa parte dei giochi olimpici estivi e le sue regole generali sono stabilite dallla FIH.

  • La prima e più ovvia differenza è rappresentata dall’ambiente in cui si svolgono le partite, che in questo caso è un campo di erba, erba sintetica (anche indoor).
  • Un’altra differenza evidente è l’assenza di pattini, che invece sono indossati dai giocatori dell’hockey su ghiaccio.
  • Al posto del disco, poi, viene utilizzata una pallina di plastica.
  • Le due squadre sono composte da 11 giocatori ciascuna, dei quali uno è il portiere.
  • I portieri sono gli unici a poter toccare la pallina con una parte del corpo. Nessun giocatore può giocare usando il lato curvo del bastone.
  • I giocatori possono essere sostituiti senza preavviso in qualsiasi momento e quante volte le squadre lo ritengano opportuno.
  • Il gol è valido solo se la pallina è stata tirata dall’area di tiro.
  • Una partita è composta da 4 tempi della durata di 15 minuti ciascuno.
  • Il conteggio dei punti funziona come nel calcio.
  • Il fuorigioco non esiste.
  • Si svolge un tiro d’angolo corto se un difensore commette un fallo all’interno della sua area di tiro o se manda la palla oltre la linea di fondo. Se un fallo, invece, impedisce di fare gol, vi sarà un tiro di rigore.

La mazza in questo caso è una specifica mazza da hockey su prato.