Abbigliamento da trekker: Come vestirsi per una giornata di trekking?

trekker

Anche se avere un bell’aspetto su un sentiero di trekking è un must, ci sono tanti altri importanti fattori da considerare prima di acquistare l’abbigliamento adatto per il contesto. Capi per l’estate o per l’inverno e accessori vari sono da valutare attentamente in occasione di una giornata di trekking, poichè sicurezza e comfort sono fondamentali per vivere l’esperienza serenamente. In riferimento a quanto sin qui premesso, vediamo nel dettaglio come scegliere il miglior abbigliamento da trekker.

Garantire la sicurezza personale in una giornata di trekking

Vestirsi per una giornata di trekking, significa innanzitutto garantirsi la sicurezza dell’abbigliamento che dipenderà in gran parte dall’ambiente in cui si decide di camminare, insieme alle possibili condizioni meteorologiche.

Ad esempio, se in estate si opta per un’escursione in una zona paludosa, le zanzare potrebbero arrecare non pochi fastidi. Per questo motivo, sarebbe meglio essere cauti e indossare pantaloni e camicie lunghe, aggiungendo magari nello zaino un buon repellente per i suddetti insetti. Inoltre, se il trekking si svolge in una giornata molto nuvolosa, una giacca antipioggia e antivento è importante per essere sicuri di non bagnarsi o raffreddarsi.

Ottimizzare il proprio livello di comfort

Fare del trekking specie d’estate significa fondamentalmente ottimizzare il proprio livello di comfort. La sudorazione infatti è il modo in cui il nostro corpo regola la temperatura durante l’esercizio. Il cotone ad esempio se da un lato trattiene l’acqua e il sudore, può mantenere il corpo caldo a temperature elevate e freddo in presenza di quelle basse.

Materiali traspiranti che allontanano il sudore dal corpo come lana merino, il poliestere e il nylon, possono invece far sentire molto più a proprio agio durante una sessione di trekking. Oltre al materiale, è importante però anche la vestibilità dei capi di abbigliamento da trekker che si propone in una vasta gamma, e offre ampie opportunità di ottimizzare la vestibilità sia nei negozi tradizionali che sui migliori store online preposti alla vendita.

A tale proposito, due capi di abbigliamento che vengono subito in mente sono delle camicie da trekking leggere con maniche lunghe che possono essere arrotolate e fissate con appositi bottoncini, e pantaloni convertibili con le gambe che si chiudono con la cerniera diventando per l’occasione dei pantaloncini.

I capi di abbigliamento ideali per il trekking estivo e invernale

Per l’estate i sandali da trekking e le scarpe da ginnastica sono appropriati per la maggior parte dei terreni, anche se i sentieri più lunghi possono comunque richiedere le seconde. Premesso ciò, va altresì aggiunto che nella stagione calda i materiali traspiranti (no cotone) sono fondamentali per camicie, pantaloni e calzini da trekking per mantenere il sudore lontano dalla pelle. I colori più chiari assorbono meno calore e possono mantenere più freschi nelle giornate calde. In inverno invece vale la pena fare uno sforzo in più per godersi la bellezza della natura che caratterizza questa stagione. La chiave in questo caso sono gli strati: uno di base con proprietà isolanti come lana o materiali sintetici, un altro intermedio isolante e rimovibile e uno esterno impermeabile / antivento, sono soltanto alcuni degli esempi in merito. Anche scarponcini da trekking, calze traspiranti, un berretto in lana o sintetico e guanti caldi possono rivelarsi ideali per una comoda giornata di trekking invernale.

Pantaloni da trekking: Quali scegliere?

Se si preferisce indossare pantaloni da trekking, la libertà di movimento e i materiali ad asciugatura rapida sono fondamentali. I rischi ambientali (zecche, edera velenosa, rocce appuntite) giocano infatti un ruolo importante nel caso dei suddetti pantaloni sia in termini di lunghezza che di spessore.

Ad esempio, un sentiero che richiede un po’ di arrampicata su roccia potrebbe strappare un paio di pantaloni da yoga, mentre nel caso di un’escursione nell’erba alta ideali sono dei pantaloni lunghi per evitare che insetti indesiderati si attacchino alle gambe. Pratiche tasche ben distribuite e alta vestibilità, garantiscono tra l’altro il massimo del comfort in occasione di una giornata di trekking.

Le giacche ideali per il trekking

Il tipo di giacca da indossare in occasione di una giornata all’insegna del trekking dipende in gran parte dalla stagione e dal tempo. Una buona regola pratica è scegliere una giacca che sia impacchettabile (nel caso in cui sia necessario rimuoverla lungo il percorso), impermeabile e antivento.

Ciò garantisce che sia utilizzabile in qualsiasi condizione meteorologica che potrebbe verificarsi con cambi repentini in poche ore specie se il sentiero scelto è di montagna. Cuciture ben saldate, tasche con zip e cappuccio, rappresentano un esempio di giacca ideale per il trekking.

La scelta di scarpe comode e resistenti

Le scarpe che si indossano durante le sessioni di trekking dipendono principalmente da tre fattori ossia preferenza personale, condizioni meteorologiche e tipologia di percorso. Nel caso della prima la scelta deve ricadere su ciò che si trova più comodo e funzionale, come ad esempio con delle adeguate imbottiture interne ed esterne e finiture ben delineate e poco sporgenti.

In tal modo sono rispettivamente garantiti comfort e sicurezza (non si corre il rischio di inciampare). Tuttavia, se la stagione è molto calda, dei sandali da trekking vanno bene almeno fino a quando le piogge non diventano una costante. Per quanto riguarda invece le condizioni meteorologiche se si pratica un’escursione sotto la pioggia, sono necessarie delle scarpe impermeabili e resistenti, mentre quelle da ginnastica o i suddetti sandali da trekking vanno bene per una breve passeggiata estiva.

Infine quando le scarpe si devono scegliere in relazione al percorso di trekking da fare, la valutazione è semplice anche se un tantino articolata; infatti, se si cammina su un sentiero piuttosto piatto, un paio di comode scarpe da ginnastica potrebbe essere tutto ciò di cui si ha bisogno. Se invece il percorso inizia ad aumentare come pendenza e il terreno diventa roccioso, un paio di scarpe da trekking robuste con protezione per le caviglie potrebbe essere senza alcun dubbio la scelta migliore.